La Rassegna Stampa di tutti gli articoli e redazionali pubblicati sui maggiori organi di stampa nazionali e locali dal cartaceo al multimediale e sui diversi canali di comunicazione, relativi all’attività di giornalista e scrittore di Andrea Cotticelli.

Tuscia Times: “Beatrice Orsini Sacchetti, la regina nera di Roma”

Tarquinia, 15 gennaio 2020: “Beatrice Orsini Sacchetti, la regina nera di Roma”. Verrà presentato alla STAS sabato 18 gennaio, alle ore 17.00, nella Sala Sacchetti di Palazzo dei Priori, il libro che narra la vita di Beatrice Orsini Sacchetti, tra i maggiori protagonisti della Roma di Pio IX.

Così Tuscia Times, quotidiano online di Viterbo e della Provincia, dedica un articolo al libro di Andrea Cotticelli “Beatrice Orsini Sacchetti la regina nera nella Roma papalina del XIX secolo”.

“Il libro offre anche notizie inedite sul territorio e sulle vicende storiche dell’allora Corneto-Tarquinia, tratte dai documenti dell’Archivio Sacchetti, su cui l’autore si è basato, come la costruzione della “strada ferrata” Roma-Civitavecchia che i Cornetani chiesero al Governo Pontificio di prolungare fino al confine toscano su intercessione di Urbano Sacchetti”.

Virgilio: “Tarquinia – Presentazione del libro su Beatrice Orsini, ‘la regina nera’ di Roma”

Tarquinia, 15 gennaio 2020: “Tarquinia - Presentazione del libro su Beatrice Orsini, ‘la regina nera’ di Roma”.

Così Virgilio, portale online di news nazionali e locali, dedica un articolo al libro di Andrea Cotticelli “Beatrice Orsini Sacchetti la regina nera nella Roma papalina del XIX secolo”, edito da De Luca Editori D’Arte con il patrocinio della Fondazione Giulio e Giovanna Sacchetti Onlus.

“Nella seconda metà dell’Ottocento, durante i pontificati di Pio IX e Leone XIII, la marchesa Beatrice Sacchetti nata principessa Orsini (1837-1902) seppe muoversi con abilità e ingegno nel complicato labirinto dell’aristocrazia romana, difendendo con fierezza la bandiera del Papato, tanto da meritare il titolo di “Regina Nera” tra la nobiltà nera di Roma”.

Il Giornale dell’Arte: “La dama nera”

Torino, 1° giugno 2019: “La dama nera”.

Così il Giornale dell’Arte intitola l’articolo nel numero di Giugno 2019, sezione Il Giornale dei Libri, dedicato al libro di Andrea Cotticelli “Beatrice Orsini Sacchetti la regina nera nella Roma papalina del XIX secolo”, edito da De Luca Editori D’Arte con il patrocinio dalla Fondazione Giulio e Giovanna Sacchetti Onlus.

“A una principessa, Beatrice Orsini Sacchetti, la Fondazione Giulio e Giovanna Sacchetti Onlus ha dedicato la pubblicazione di un libro, nel quale, per mano di Andrea Cotticelli e grazie a una ricerca archivistica, questa notevole figura femminile rivive a tutto tondo insieme con la Roma del tempo”.

Il Messaggero: “Quella ‘Regina Nera’ nella Roma di ieri”

Roma, 25 marzo 2019: “Quella ‘Regina Nera’ nella Roma di ieri”.

Un libro di Andrea Cotticelli racconta la parabola di Beatrice Orsini Sacchetti, figura importante e poco nota della Capitale al tempo di Pio IX e Leone XIII, che mostrò intelligenza nella sua “battaglia” a favore del Papato dopo la breccia di Porta Pia.

Così Il Messaggero, il più antico e diffuso quotidiano di Roma fondato nel 1878, dedica l’apertura della pagina nazionale di Cultura al libro di Andrea Cotticelli.

“Sotto i riflettori, la vita di Beatrice Orsini Sacchetti, appunto. Figura poco nota, è stata tra i protagonisti della Roma di Pio IX e Leone XIII - spiega Cotticelli - la storia la scrivono i vincitori e lei fa parte di quelli che hanno perso”.

Il Faro: “Santa Marinella, in biblioteca ‘I Venerdì del Racconto’: presentazione del libro dedicato alla Regina Nera”

Santa Marinella, 7 febbraio 2019: “Santa Marinella, in biblioteca ‘I Venerdì del Racconto’: presentazione del libro dedicato alla Regina Nera”.

Così Il Faro, quotidiano telematico del Mediterraneo, dedica un articolo al libro di Andrea Cotticelli “Beatrice Orsini Sacchetti la regina nera nella Roma papalina del XIX secolo”, presentato alla Biblioteca civica A. Capotosti nel primo appuntamento de “I Venerdì del Racconto”, organizzati dal Comune.

“Beatrice diventava così a Santa Marinella signora di un’ampia residenza vista mare, senza pretese architettoniche, che si affrettò a trasformare in Villa Sacchetti, una grande dimora aristocratica con un lussureggiante parco pronta ad accogliere da aprile a settembre non solo la numerosa famiglia ma anche ospiti di riguardo appartenenti alla Corte Pontificia e alla Curia Romana, che con la loro presenza confermavano il ruolo di “Regina Nera” che Beatrice esercitava anche al di fuori delle mura di Roma”.