Il libro di Andrea Cotticelli “La Propaganda Italiana nella Grande Guerra”
Il libro di Andrea Cotticelli “La Propaganda Italiana nella Grande Guerra”

Rovereto, 5 aprile 2021 Nel linguaggio comune per propaganda si intende la diffusione deliberata e sistematica di informazioni e messaggi volti a fornire un’immagine, positiva o negativa, di determinati avvenimenti.

Il lavoro di Andrea Cotticelli, edito da Pagine per la collana “i Libri del Borghese”, getta un faro su questo aspetto, con un particolare fuoco sulla propaganda politica dell’Italia in guerra degli inizi del Novecento.

Così Il NordEst Quotidiano, giornale online del Triveneto ovvero delle regioni Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, apre la pagina di Cultura e Spettacoli con un articolo dedicato al libro di Andrea Cotticelli La Propaganda Italiana nella Grande Guerra.

“A partire dalla Grande Guerra del 1914-1918 la propaganda politica divenne una componente essenziale della società di massa, in quanto furono le autorità statali a impadronirsi dei metodi e delle tecniche propagandistiche per rendere popolare presso l’opinione pubblica la causa della guerra”.

“Con l’entrata in guerra dell’Italia il 24 maggio 1915, la stampa si prodiga in articoli pieni di entusiasmo volti a far rivivere negli animi sentimenti patriottici come il mai accantonato desiderio di portare a compimento il Risorgimento Italiano. Da questo momento entra in funzione la macchina della propaganda controllata dallo Stato”.

“La Propaganda Italiana nella Grande Guerra è il pregevole lavoro di Andrea Cotticelli attraverso articoli, manifesti e cartoline illustrate”.

Il NordEst Quotidiano
5 Aprile 2021